Una forma d'amore alla Casa del Sole

19/06/2019

Il 15 maggio scorso si è tenuta con grande successo la 6ª edizione di “Una Forma d’Amore”, l’asta di beneficenza di una forma di Parmigiano Reggiano invecchiata 10 anni, organizzata da CIA e dalla Latteria Vò Grande di Pegognaga, con il contributo di Fondazione BAM e la collaborazione di Banca Monte dei Paschi di Siena.

I fondi raccolti dall’asta per un totale di 7.500 euro sono stati devoluti interamente in beneficienza all’Associazione Casa del Sole Onlus di Curtatone (MN) per interventi a favore dei bambini e ragazzi in situazioni da difficoltà.

In particolare il contributo è stato destinato al sostegno del progetto di acquisto di un nuovo pulmino 9 posti attrezzato per il trasporto di persone disabili.

La consegna si è tenuta oggi (mercoledì 19) presso la struttura della Casa del Sole. Presenti i responsabili dell’iniziativa Mauro Zilocchi presidente Latteria Vò Grande di Pegognaga, Tiziano Panisi area manager DTR Mantova Nord di Banca Mps e Fiorenza Bacciocchini, direttore generale Fondazione BAM.

Dopo la consegna si è poi proseguito con un tour per la struttura per vedere da vicino le attività che vengono svolte nell’istituto, nonché conoscere i tanti bambini che ogni giorno frequentano la Casa del Sole.

Iniziativa “Una Forma d’Amore”

Il tradizionale evento di solidarietà, oltre alla consolidata collaborazione con la Banca Monte dei Paschi di Siena, che sostiene l’iniziativa sin dalla prima edizione, ha trovato la piena adesione del mondo agricolo e il patrocinio di tanti enti e istituzioni mantovane quali la Cia Est Lombardia, la Coldiretti, la Confagricoltura, l’Aral, la Fondazione Banca Agricola Mantovana, la Provincia di Mantova, la Camera di Commercio, la Confcooperative, la Comal, la Coop. San Lorenzo, il Caglificio Clerici e il Consorzio Virgilio e il Consorzio del Parmigiano Reggiano.

Un appuntamento dove la solidarietà scaturisce dalla grande tradizione e dalla cultura agricola per incontrare le realtà sociali che operano sullo stesso territorio.
La cultura contadina di lunga durata ha nel suo patrimonio un sentimento di sentita solidarietà, oltre a saper produrre con attenzione alla salubrità e all’ambiente sa anche riconoscere il valore dal cibo non solo economico ma anche solidale.

Scarica la rassegna stampa in formato pdf
- Enrico Marocchi presidente della Casa del Sole Onlus
“Questa iniziativa è stata veramente una forma d’amore, amore verso i nostri bambini. Abbiamo molto apprezzato questa solidarietà da parte del mondo agricolo, che contraddistingue il nostro territorio e la collaborazione di Banca Monte Paschi sempre attenta alla Casa del Sole. Questo importante contributo lo useremo per il progetto di acquisto di un nuovo pulmino 9 posti, per noi in questo momento urgente” 

- Mauro Zilocchi presidente Latteria Vò Grande di Pegognaga 
"E' stata veramente una bella esperienza, e siamo molto soddisfatti del risultato dell'asta benefica e delle numerose adesioni. Un'attenzione che la Casa del Sole merita pienamente. La solidarietà sta nella natura contadina e nello spirito cooperativo. Come latteria e come agricoltori quotidianamente cerchiamo di essere disponibili verso gli altri, poi Una Forma d'Amore è il momento più visibile che speriamo di poter continuare a proporre anche per il futuro"

- Fiorenza Bacciocchini, direttore generale Fondazione Bam
“La Fondazione Bam è felice di aver dato il proprio sostegno all’Asta benefica Una Forma d’Amore per la raccolta dei fondi destinati alla Casa del Sole che da tanti anni è attiva sul nostro territorio in modo eccellente per portare un aiuto concreto ai soggetti più fragili, bambini e ragazzi che possono così avere assistenza e cure adeguate"
La Casa del Sole Onlus è un'Associazione riconosciuta fondata nel 1966. Accoglie presso il Centro per l'età evolutiva di Curtatone (MN) 155 bambini e ragazzi in situazione da disabilità da cerebropatia infantile, di età compresa tra 3 e 18 anni per il trattamento diurno e 1 mese e 18 anni per quello ambulatoriale, provenienti dalla Regione Lombardia e le regioni confinanti.
La Casa del Sole estende la sua attività anche in altri 2 Centri diurni per adulti in provincia di Mantova e Verona per un totale di più di 215 presenze.

Casa del Sole onlus dal 1966 si prende cura dei bambini e ragazzi con disabilità da cerebropatia infantile, considerando la loro disabilità come il punto di partenza per un cammino di educazione e di riabilitazione che li valorizzi pienamente come Persone.

Si ispira a questo principio anche l'intervento a favore dei disabili adulti, in una visione dinamica della persona per la quale è possibile attuare un cammino di Educazione Permanente.

"L'opera educativa è tale solo se si rivolge alla persona nella sua globalità, aspetto neuropsicologico, affettivo e spirituale": questa intuizione della fondatrice della Casa del Sole, Vittorina Gementi (Mantova, 1931-1989), è alla base del Trattamento Pedagogico Globale, metodologia a cui si ispira ogni intervento realizzato alla Casa del Sole.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
fondazionebam.it