Melabirinto

Melabirinto

Vanni Viviani


Anno: 1980
Descrizione: tecnica mista su tela
Dimensioni: cm 150 x 150

Labirinto a forma di mela, percorso dei sensi, sorvolato da spicchi fluttuanti, frammenti dell'Io, che tendono a ricongiungersi tenendo a modello l'unità rappresentata dalla mela statica in aerea attesa all'uscita del labirinto, e come itinerario interno a sè stessi, teso a raggiungere un ideale. L'essenza marmorea del tracciato, che pare incavato in una lastra disposta verticalmente, si fa impalpabile nel punto dell'ingresso - al centro in alto - dove il piano si fonde col cielo smaterializzandosi e producendo in tal modo un'ambiguità spaziale di concezione surreale. Il centro del labirinto-mela conferma la medesima impercettibilità alludendo all'ingannevole certificazione dello sguardo: non è ciò che sembra, sembra ciò che non è. In questo caso il labirinto rappresenta il possibile equivoco cui siamo indotti talvolta nel giudicare a vista gli aspetti della realtà, senza farne una verifica oggettiva. La linea di pianeggiante orizzonte "padano" suddivide lo spazio suggerendo due forme percettive, quella materiale e quella spirituale.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
fondazionebam.it